ANAPS-NOTIZIE - A.N.A.P.S Milano

Logo
Title
Vai ai contenuti

ANAPS-NOTIZIE




Confsal - Anaps scrive alla Cei in merito al futuro Bando per gli Idr



S.E.R. Mons. Gualtiero Bassetti – Presidente Cei
S.E.R. Stefano Russo – Segretario Generale Cei  
Alla Commissione Episcopale per l'educazione cattolica, la scuola e l'università S.E.R. Mons. Mariano Crociata – Presidente  S.E.R. Mons. Paolo Giulietti - Segretario
S.E.R. Mons. Alberto Maria Careggio
S.E.R. Mons. Pasquale Cascio
S.E.R. Mons. Daniele Gianotti
S.E.R. Mons. Lorenzo Leuzzi
S.E.R. Mons. Lorenzo Loppa
S.E.R. Mons. Nazzareno Marconi
S.E.R. Mons. Alberto Tanasini
S.E.R. Mons. Pierantonio Tremolada  

Eccellenze Reverendissime,   
ci rivolgiamo a Voi perché vorremmo fermare la Vostra attenzione su decisioni che dovrete prendere a breve in merito ai docenti di Religione e al bando previsto dall’art.1 bis della legge 159/19 (GU Serie Generale n.303 del 28-12-2019).

La legge prevede soltanto l’emanazione di un bando per il 50% dei posti disponibili negli anni dal 2020/2021 al 2022/2023 riservato ai docenti di religione cattolica in possesso dell’idoneità rilasciata dall’ordinario diocesano, che abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nel sistema nazionale di istruzione. Poiché la legge non dà alcuna indicazione in merito alle modalità di espletamento, ci permettiamo di avanzare la nostra proposta supportata dalla normativa vigente.
1. All’interno della quota del 50% dovrebbe rimanere la suddivisione tra il 70% a disposizione per il concorso e il 30% a disposizione dell’ordinario diocesano, quota che andrebbe a tutelare coloro che non riuscissero ad entrare nel 70%. ( Ci sono colleghi a cui mancano due o tre anni di servizio per andare in pensione e non si sentono di affrontare l’ansia di un concorso, abbiamo poi molti giovani in via di stabilizzazione).

2. La sentenza del Consiglio di Stato, del 04/03/1958) e la C.M. del 14/05/1975 n.127 si esprimono chiaramente sul valore abilitante dell’idoneità rilasciata dall’ordinario diocesano, pertanto i docenti di  religione cattolica sono da considerarsi abilitati a tale insegnamento.        

3. La legge 107/15  e il conseguente bando di concorso  per il reclutamento a tempo indeterminato del personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado. (GU n.14 del 16-2-2018)  “All’ Art. 9 relativo  alla “Valutazione della prova orale e dei titoli”: prevede solo una prova orale di carattere  didattico-metodologico Comma 1. Per la valutazione della prova orale, che non prevede un punteggio minimo,   omissis…”

4.  Onde evitare il ripetersi della situazione del 2004, sarebbe opportuno prevedere una graduatoria ad esaurimento, in modo tale che ogni anno venga accantonata una percentuale di posti per coloro che, avendo superato il  concorso, non riuscissero ad essere nominati a tempo indeterminato in prima battuta.

5. Facciamo presente, inoltre, che tutte le sigle sindacali si sono già espresse a favore di un concorso riservato non selettivo. Alla luce di quanto sopra esposto riteniamo che anche per gli insegnanti di religione con anzianità di servizio e in possesso dei titoli non ci siano impedimenti normativi  alla predisposizione di un bando di concorso riservato non selettivo  che preveda la procedura indicata dal concorso per i docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.
Ringraziando per l’attenzione porgiamo distinti saluti e l’augurio per un proficuo lavoro.

Milano 10/01/2020                                                             per la Segreteria Confsal - ANAPS                                                                                                                                                          Prof.ssa Angela Loritto





<<< indietro


Associazione Nazionale Autonoma Professionisti Scuola
(ANAPS)
20131 Milano, Viale Gran Sasso, 22
Tel.: 02-55230697  Fax: 02-55230697

C. Fiscale: 97501450155

Torna ai contenuti