ANAPS-NOTIZIE - A.N.A.P.S Milano

Logo
Title
Vai ai contenuti

ANAPS-NOTIZIE




Avevamo ragione noi. Gli insegnanti di religione N05 devono diventare di ruolo



Avevamo ragione noi. 
Gli insegnanti di religione N05 devono diventare di ruolo. 

Sul rapporto tra reiterazione delle supplenze e risarcimento del danno, la Cassazione (Sezione Lavoro, Sentenza 12 febbraio 2020, n. 3474) ha fornito importanti precisazioni. 

Nelle ipotesi di reiterazione (realizzatesi dal 10.07.2001 e prima dell’entrata in vigore della L. 13 luglio 2015, n. 107, rispettivamente col personale docente e con quello amministrativo, tecnico ed ausiliario) di contratti a termine per la copertura di cattedre e posti vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che erano rimaste tali per l’intero anno scolastico, deve essere ritenuta idonea, a risarcire l’abuso del ricorso alle supplenze, la stabilizzazione acquisita dai docenti (e dal personale ausiliario, tecnico ed amministrativo), attraverso l’operare dei pregressi strumenti selettivi-concorsuali. In tali ipotesi la Cassazione ha affermato, in continuità con i principi già affermati (Sentenza n. 5072 del 2016), che l’avvenuta immissione in ruolo, pur identificandosi in una sorta di “risarcimento” per la reiterazione delle supplenze, non esclude la proponibilità della domanda per il risarcimento dei danni “ulteriori e diversi” rispetto a quelli esclusi dall’immissione in ruolo stessa, con la precisazione che l’onere di allegazione e di prova grava sul lavoratore.

Questa sentenza vale anche per i docenti di religione cattolica N05. 

Segreteria Nazionale ANAPS CONFSAL
18-02-2020

Fonte "Orizzonte Scuola" https://m.orizzontescuola.it/supplenze-docenti-e-ata-superiori-a-36-mesi-si-assunzione-se-su-posti-al-31-agosto-non-e-automatico-risarcimento-monetario-sentenza-cassazione/



<<< indietro


Associazione Nazionale Autonoma Professionisti Scuola
(ANAPS)
20131 Milano, Viale Gran Sasso, 22
Tel.: 02-55230697  Fax: 02-55230697

C. Fiscale: 97501450155

Torna ai contenuti