ANAPS-NOTIZIE - A.N.A.P.S Milano

Logo
Title
Vai ai contenuti

ANAPS-NOTIZIE




Lettera Aperta all’onorevole Azzolina prof.ssa Lucia




Gentile On. Azzolina prof.ssa Lucia,già Ministra della Pubblica Istruzione, 

sono Alberto Borsò della Segreteria nazionale Anaps. In questi giorni ho notato che Lei è tornata alla ribalta della cronaca per aver criticato la nomina del prof. Vespa nello staff del sottosegretario Miur, on. Rossano Sasso.Lei, prof.ssa Azzolina, accusa tale professor Vespa di averla ripetutamente offesa e minacciata.Premesso che se il professor Vespa ha offeso la sua persona e non la sua carica ed è arrivato a proferire minacce è “sicuramente indifendibile”.Ci sono sicuramente dei limiti nei confronti, anche duro, nelle questioni politiche e sindacali e questi limiti sono il rispetto della persona anche se avversaria. Lo dico ad un’esponente di un movimento che ha fatto dell’aggressione verbale un vademecum politico. Il mio discorso non vuole inserirsi in un procedimento già avviato che è di competenza della magistratura ma vuole essere per Lei e per gli scandalizzati censori del professor Vespa un richiamo al clima esasperato del quale il professor Vespa ha voluto essere interprete che comunque, ripeto, non giustifica nessuna offesa e nessuna minaccia.Lei, professoressa e onorevole Azzolina, dovrebbe conoscere l’esasperazione nella quale vivono da anni decine di migliaia di precari in attesa di una stabilizzazione che significherebbe il minimo risarcimento alla loro situazione di offensiva precarietà. Cosa voglio dire? Che il professor Vespa ha fatto bene a offenderla e a minacciarla? No, certamente! Voglio dire che dovremmo guardare con maggiore oggettività e serenità al contesto esasperato nel quale vivono i precari. Di questo clima esasperato e sicuramente offensivo verso le istanze dei lavoratori della scuola siete altamente responsabili voi politici di oggi e di ieri.Alle istanze dei precari compresi gli IdR Lei quando è stata ministro ha risposto con poca attenzione, con nessun confronto diretto ma ha preferito ascoltare consiglieri, esperti, sedicenti rappresentanti esclusivi di un certo sindacato. Lei ha preferito confrontarsi con le alte gerarchie della Cei cercando un’intesa che non aveva e non ha un minimo di riguardo per le aspettative di insegnanti che sono precari anche da venti anni e più.L’arte della politica, se mi consente on. Azzolina, è l’arte dell’ascolto, del confronto, delle risposte alle domande della gente che nel suo caso è “la gente della scuola”.Lei non ha ascoltato, non si è confrontata, non ha dato risposte e ha creato un clima di esasperazione. Vuole fare la politica vera? Dica qualcosa di grande per i precari, compresi gli insegnanti di religione cattolica.

Prof, Alberto Borsò

Segretaria Nazionale Anaps

Milano, 28 marzo 2021



<<< indietro


Associazione Nazionale Autonoma Professionisti Scuola
(ANAPS)
20131 Milano, Viale Gran Sasso, 22
Tel.: 02-55230697  Fax: 02-55230697

C. Fiscale: 97501450155

Torna ai contenuti